La creatività delle mischie colori: il filato melange

Il filato melange pare avere origini francesi, legate probabilmente al ricamo ed  agli aghi. L'arte del ricamo è sicuramente oggi esclusivo appannaggio delle donne, ma una volta si sa con certezza che invece fossero gli uomini ad occuparsene.

Il filato melange, è un filato composto solitamente da 2,3 o 4 fili e, a loro volta, ogni filo accoppiato al altri due fili ritorti. Le diverse proporzioni di fili modificano l'unicità del filato. Nella seta, normalmente utilizziamo accoppiare 2 fili. Essendo una miscela di colori diversi, la bellezza di questi filati è che nel tessuto finale sviluppano sfumature differenti e irregolari. Le caratteristiche e l'unicità di questo tessuto sono espresse attraverso giochi ed effetti maculati.

Il melange è un effetto cromatico che viene creato mescolando fibre di colore diverso durante il processo di formazione dello stoppino. Sulla superficie della trama viene definito un effetto cromatico in base al quale si fondono colori diversi. Un esempio di trama: Marengo. La nuance color mélange di Marengo fu originariamente prodotta a Spinetta Marengo, una città nel nord Italia, nel XVIII secolo. In seguito alla battaglia di Marengo nel 1800 in cui le truppe di Napoleone Bonaparte sconfissero l'esercito austriaco, il colore grigio del cappotto indossato dal generale divenne noto come Marengo.

immagini di Douglass Crockwell